Meditazione - Appuntamenti, racconti, news - Clarisse Perugia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Un cuore in attesa

Pubblicato da in Meditazione ·
I domenica di Avvento


Siamo al termine del mese di novembre. Un mese che parla di una fine: la natura, la luce, l’anno liturgico e quello civile, la vita … (infatti nel mese di novembre ricordiamo i nostri defunti) .

Sembra che tutto finisca!

Ma il tuo cuore, il mio, il nostro dice che non può essere così. Sempre il cuore dell’uomo cerca e attende che tutto ricominci in modo migliore, più bello e pieno di amore.
La Chiesa, nella sua grande sapienza, ci dice che nulla finisce, ma tutto si trasforma e cresce per giungere a un compimento... Nulla va perduto perché è venuto e continua a venire Gesù.

Domenica prossima inizia la prima settimana di Avvento, faremo nostra la preghiera del salmista:
“A te Signore, si eleva l’anima mia … in confido … chiunque spera in te, non resta deluso”.
A TE” che vieni! E’ un fatto vero che accade da sempre e accadrà. Non è un’emozione superficiale che svanisce. Questo fatto intercetta il mio e il tuo desiderio più profondo come è stato e sarà per tanti uomini e donne.

Non è un’astrazione, né immaginazione: In Te confido, non sarò confuso.

In chi pongo la mia fiducia?
Forse ho dato fiducia e sono rimasto deluso.
Ma oggi Dio mi ripete che Lui è in me, mi attende perché mi ama.
Se mi guardo intorno, mi sembra di vedere solo polemiche, conflitti, menzogne, sopraffazione. Ma l’opera del male non ha l’ultima parola. Insieme a questo negativo c’è tanto bene che cresce, tanto amore che consola e dà forza a ogni persona, tanta speranza che ogni mattina spinge ad alzarsi.
E’ quel Bene eterno che vive in Cristo che viene a prendere la nostra carne e che noi  possiamo intercettare così come è intercettato dai santi. Un Bene che vive nel cuore di ogni persona.

Sì! Tutti abbiamo bisogno  - ogni giorno – di ‘connetterci’ attraverso vari strumenti che la tecnica moderna ci offre. Ma c’è una “connessione” più profonda che non ti lascia mai solo: quella con Gesù, l’eterno che viene nel tempo e lo rende vero e luminoso. POSSIAMO FIDARCI!!!

Da tanti secoli la Chiesa prega:
“Tu che la notte trapunti di stelle
E di luce celeste orni le menti
Signore che tutto tu salvi
Ascolta che ti implora.
L’acerba sorte dell’uomo ha toccato il tuo cuore:
sul mondo sfinito rinasce
il fiore della speranza”.


“Risplende il nostro mattino
E i nostri cuori si gonfiano di gioia:
la gioia, perché il Signore non è venuto a punire,
ma a detergere pietosamente le ferite,
riscattando ciò che era perduto”.



E allora facciamo nostro il grido dell’umanità, della creazione:

Vieni, Signore Gesù!

Un grido che dai nostri monasteri si alza per tutti.



L'ultimo passo insieme nella misericodia di Dio

Pubblicato da in Meditazione ·
"Non riesco ad amare quanto amo"

Festa di tutti i santi

Pubblicato da in Meditazione ·
La santità è la vita bella che cerchi.

S. Chiara d'Assisi e la Misericordia

Pubblicato da in Meditazione ·
Ottavo passo nella Misericordia di Dio

La devozione all'Amore Misericordioso

Pubblicato da in Meditazione ·
Settimo Passo

Misericordia con Gioia

Pubblicato da in Meditazione ·
Sesto Passo

Le Opere di Misericordia

Pubblicato da in Meditazione ·
Quinto Passo

La Confessione della Misericordia

Pubblicato da in Meditazione ·
Quarto Passo

Via Crucis

Pubblicato da in Meditazione ·

Dalla Parte dei poveri

Pubblicato da in Meditazione ·
Successivo
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu